Un viaggio nel tempo a Bussana Vecchia (IM)

La settimana scorsa ero con la mia famiglia a San Remo, i miei genitori praticamente vivono li e non potrebbero mai perdersi il Festival della canzone Italiana, così li ho raggiunti per passare qualche giorno di relax al mare.

Il clima era perfetto, così ne ho approfittato, con mio padre, a visitare Bussana Vecchia, un piccolo borgo medievale che fu semidistrutto da un violento terremoto nel 1887.Gli abitanti evacuarono 3 km sotto e costruirono così la nuova Bussana.
Del piccolo borgo rimasero solo rovine fino agli anni ’50, quando inizio l’influsso artistico di pittori e musicisti italiani ed europei attratti dalla particolarità del luogo. Lo ristrutturarono usando gli edifici meno danneggiati rendendoli abitabili e lasciando rovine imponenti come la chiesa centrale, completamente scoperchiata.
Ora, quello che era un borgo medievale a forma di pigna, è diventato un villaggio per artisti e hippy, con ristori, taverne  e piccole botteghe d’artigianato.

Cercando nel web ho trovato molte notizie utili, tra cui questo sito www.bussanavecchia.com che mostra una cartina con i punti d’interesse e ti offre un viaggio virtuale per le strade di Bussana; e queste notizie sul terremoto:
Il mercoledì delle Ceneri del 1887, un 23 febbraio, alle 6:21 si verifica la scossa di terremoto che segnerà per sempre il destino del paese. A quell’ora buona parte della religiosa popolazione si trova in chiesa per seguire la messa. In soli venti secondi il sisma provoca morti e danni ingentissimi: fa crollare la volta della gremita chiesa, e la quasi totalità delle abitazioni della parte alta del villaggio vengono distrutte, seppellendo centinaia di persone.
I sopravvissuti decidono dapprima di accamparsi nella zona bassa del paese, in attesa di capire se sia possibile recuperare in qualche modo le costruzioni meno lesionate e ricostruire le abitazioni crollate. Tuttavia un’apposita commissione istituita per verificare la fattibilità della ricostruzione stabilisce che sia molto più sicuro abbandonare il borgo per ricostruirlo più a valle, anche perché viene presentata la situazione molto più tragica di quanto in realtà non sia, probabilmente per fini legati a speculazioni immobiliari. La maggior parte della popolazione è contraria a questa scelta, in quanto vorrebbe ampliare il borgo originario e sostituire le costruzioni più malandate, tuttavia il vivo ricordo del terremoto e le imposizioni delle autorità convincono la popolazione a fondare il paese di Bussana Nuova, nell’area già nota come Capo Marine.
Nel 1889 viene posta la prima pietra del municipio di Bussana Nuova, e nel 1894 i bussanesi abbandonano definitivamente il borgo originario, celebrando l’ultima messa nella Domenica delle Palme. Il paese, da quel momento, verrà chiamato “Bussana Vecchia”.

Inoltre,  su questo sito http://www.cordonsbleus.it
potete trovare qualche notizia sulla nascita del borgo e sulla piccola “osteria degli artisti” a inizio paese che offre piatti ligure e delizie del posto.

Indicazioni stradali.
Da Mentone a Bussana vecchia 45 Km

Se vi dovesse capitare di andare a San Remo, non perdetevi questo piccolo regalo artistico!
https://i2.wp.com/www.info-sanremo.com/images/header.jpg          https://i2.wp.com/www.sanremoinfiore.it/sanremoinfiore/12.jpg

Photo by me 🙂 artgamila

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...